zumba fa male alla schiena

La Zumba fa male alla schiena? Sì, ma a ritmo di musica. 5-6-7-8!

Stavo sorseggiando la mia Menabrea, avevo la guardia abbassata, quando all’improvviso mi è piovuto addosso il quesito: Christiann, la Zumba fa male alla schiena?

Domanda a bruciapelo.

Stavo quasi per soffocarmi!

Ero a un aperitivo con due amiche. Tiziana e Paola (esatto, proprio quella della Sindrome) non hanno mai messo piede in palestra; e ora forse, alla soglia dei 29 anni, si apprestano finalmente a varcarne la soglia.

Insomma, due ragazze per le quale presto saprò se sono stato l’ago della bilancia per farcelo mettere. E, in caso affermativo, mi ritroverò con la schiacciante responsabilità di catalizzare queste persone verso un allenamento proficuo.

Se vuoi sapere come deve essere un allenamento “giusto”, salta senza indugi alla fine di questo articolo e inserisci i tuoi dati nel box (poi torna su a finire di leggere).

Ma torniamo a noi. Stavamo bevendo una birretta quando queste due mie amiche mi hanno fatto questa domanda:

“Christian, la Zumba fa male alla schiena?”.

È risaputo che non ho un’opinione troppo bella della Zumba. E si può accusarla di tante cose; ma addirittura accusarla di rovinare schiene potrebbe sembrare un accanimento eccessivo da parte mia.

Eppure… pensandoci bene, è proprio così.

La Zumba fa male alla schiena!

Chiaramente nessuna persona in buona salute rischia un’ernia perché saltella un po’ a ritmo latino. Però… se ci pensiamo bene è proprio così e in questo articolo vedremo perché.

Zumba e metabolismo

Per quali ragioni possiamo sostenere che la Zumba fa male alla schiena? Lo vediamo subito.

Abbiamo già visto in un altro articolo che la Zumba non fa dimagrire. Ma soprattutto: fa male alla schiena, fa male strutturalmente, soprattutto perché fa male fisiologicamente, in primis.

La zumba infatti è catabolica (cioè provoca una perdita di massa muscolare).

Quella di cannibalizzare il tessuto magro, in realtà non è proprio una prerogativa specifica della Zumba.

Qualsiasi allenamento che non preservi il mantenimento del tono muscolare è catabolico.

L’ideale ovviamente sarebbe aumentare il tessuto magro! Il processo di dimagrimento è legato intrinsecamente alla conquista di un metabolismo veloce.

Cosa è il metabolismo?

Lasciamelo spiegare, perché davvero ne ho sentite di ogni.

Il metabolismo è l’insieme delle funzioni fisiologiche che l’organismo deve assolvere quotidianamente, vita natural durante, che tu lo voglia o meno.

Dell’intero fabbisogno energetico quotidiano (cioè di tutte le calorie di cui hai bisogno quotidianamente), il metabolismo si prende la fetta più grossa della torta: dal 60 al 70%.

Questo cosa vuol dire?

Che se hai bisogno di 2000 calorie al giorno, 1400 le bruci “gratis”, anche se stai sul divano a vedere Netflix tutto il giorno.

Non so a te, ma a me mi viene da sfruttarla questa cosa.

In che modo? Allenandoci in funzione del metabolismo.

E come si fa? Agire sul tessuto magro, cioè sollevare i pesi!

Qualsiasi altra attività che non migliora il nostro tono muscolare non è un buon lavoro in termini di dimagrimento.

Ma non potendo (o non volendo) a tutti i costi lavorare sull’incremento muscolare, dovremmo cercare quantomeno di non perderne.

Torniamo alla Zumba e al mal di schiena

La zumba fa male alla schiena a causa della perdita di massa muscolare dovuta al peggioramento del metabolismo.

Il catabolismo, cioè la distruzione di tessuto muscolare, è dannoso per il nostro organismo. È dannoso anzitutto per motivi fisiologici, ovviamente; ma anche “strutturali”.

Il tessuto magro, infatti, fa da “impalcatura” alla nostra struttura. La protegge.

In questo senso, la risposta che ho dato all’aperitivo è corretta: la Zumba fa male alla schiena.

Avviando un processo di catabolismo dato dal mancato utilizzo della muscolatura, la Zumba fa male alla schiena. La espone a un maggior rischio di infortuni.

Quindi il verdetto è di piena colpevolezza.

La zumba fa male alla schiena già malandata

Sento già le obiezioni.

“Eh ma allora anche guidare nel traffico è catabolico”

Sì, qualsiasi cosa che non sia allenarsi allo scopo di aumentare o mantenere la muscolatura, oppure mangiare allo scopo di mantenere la muscolatura, è da considerarsi un atto catabolico. In linea teorica è così.

Però, a differenza di guidare nel traffico, la Zumba è una cosa che fai in palestra, quindi stai davvero togliendo ai tuoi muscoli la possibilità di mantenere alto il metabolismo. Restare fermi in coda nel traffico invece è un dramma inevitabile (non è vero, io giro con lo scooter).

Sicuramente però, se hai un’ernia al disco o una protrusione, dovresti evitare qualsiasi movimento sussultorio, soprattutto se non hai la capacità di ammortizzare bene i movimenti.

A ogni balzello infatti, quando riatterri, solleciti i dischi intervertebrali, che si schiacciano l’uno sull’altro a causa dell’impatto a terra.

Contrariamente a quanto si può pensare, lo Squat, se fatto bene, fortifica la schiena. Per quanto i dischi intervertebrali con un bilanciere sulle spalle siano indubbiamente sottoposti a pressione, la compattezza richiesta dallo Squat protegge la schiena. E, come ho detto prima, lo sviluppo muscolare contribuisce a forgiare una vera e propria armatura.

Ovviamente non sto dicendo che gli esercizi con carico pesante siano la panacea di tutti i mali! Non fidarti mai delle prese di posizione assolute. Mi è capitato anche di seguire persone per le quali lo Squat non era la affatto la soluzione ideale per migliorare le condizioni di salute.

Le altre pugnalate alla schiena firmate Zumba

Schiena a parte, sono altri gli svantaggi della Zumba. Ne ho parlato in una diretta nel mio Gruppo Facebook.

La vera vittima della Zumba in realtà è il metabolismo, che viene calpestato e umiliato a ritmo di sabor latino.

I colombiani di Zumba vanno forte nel marketing: come spiego nel video, l’azienda non concentra i suoi slogan sul dimagrimento o sulla tonificazione.

Per nulla!

Sono gli utenti che, strizzando le loro magliette zeppe di sudore a fine lezione, sono giunti alla conclusione che la Zumba tonifica i muscoli e fa dimagrire.

Ma attenzione che la sudorazione non è da collegarsi al dimagrimento, altrimenti ad agosto saremmo tutti magri, invece non so voi ma io al mare vedo solo pancioni e culi molli.

In realtà è l’esatto opposto! L’abbassamento del metabolismo dato dalla perdita di massa muscolare provoca, a lungo termine, un aumento del tessuto adiposo!

A livello metodologico, i corsi di gruppo sono una sconfitta, in quanto manca una vera e propria programmazione.

Un allenamento è, per definizione, una serie di stimoli che innescano una risposta nell’organismo. L’allenamento è spostare un po’ più in là i limiti. Spostare l’asticella significa evolvere, migliorare.

Nell’allenamento con i pesi, posso impostare una progressione e passare da sollevare 10 kg a 11, poi a 12 e poi a 13. C’è una progressione, quindi c’è un miglioramento.

Nella zumba, invece non c’è miglioramento. La coreografia del venerdì non è più difficile di quella del venerdì precendente, è solo diversa. Il problema è insito nel concetto di coreografia: non è misurabile, non è oggettiva.

Magari hai investito tempo ed energie nei corsi di gruppo, e scopri solo ora che la zumba fa male alla schiena e fa precipitare in un burrone il to metabolismo.

Per evitare errori subdoli che protrarresti per mesi o anni, compila il form qui sotto e scopri quali caratteristiche deve avere un allenamento proficuo.

Leave a Reply