come rassodare le braccia molli

Come rassodare le braccia molli. I 3 punti chiave per evitare l’effetto “ali di pipistrello”.

Molte donne mi chiedono come rassodare le braccia molli. Questo a causa del problema della pelle cadente nella parte posteriore del braccio. Dove c’è il tricipite per intenderci.

Questo spiacevole inestetismo, soprattutto nelle donne over 40, porta all’effetto braccia “ad ali di pipistrello”, a causa della perdita di collagene, di tessuto osseo e di tono muscolare (ovviamente in chi non si allena).

Potresti pensare che questo problema non ti affligga, e magari è così.

In realtà c’è un solo modo per saperlo.

Fai il test della cartelletta del Bingo e scopri se Batman è un tuo ammiratore segreto.

In cosa consiste il test della cartelletta del Bingo?

Immagina questa scena.

È una di quelle sere d’estate in cui si indossa volentieri un abito sbracciato.

Stai giocando a Bingo assieme al alcuni parenti che non ti capita di vedere tanto spesso.

Se felice perché va tutto benissimo. Hai avuto anche una promozione in ufficio. Ti sei un po’ trascurata, quello sì. Ti è capitato di saltare per qualche mese la palestra e ti sei ridotta a riscaldare per cena qualcosa di pronto. Ma serviva per dimostrare in ufficio quello che sai fare.

Ora ti manca un numero per fare Bingo.

Quando ad un tratto esce proprio lui: il 25.

In quel momento d’euforia ti alzi in piedi e gridi “Bingo”, sventolando la cartelletta in aria con il braccio piegato.

Non ti accorgi che proprio lì di fianco c’è tua cognata che ha 10 anni in meno di te, e guarda terrorizzata la pelle cadente del tuo braccio destro.

Nella sala cala il silenzio, tutti l’hanno vista. Il tuo umore improvvisamente cambia e non hai più voglia di giocare né di stare coi parenti. Decidi di andare a letto a piangere sotto le coperte. Capisci che è il momento di fare qualcosa.

Ovviamente non ti chiedo di organizzare una partita di Bingo. È sufficiente che ti metti davanti allo specchio e, nella posizione sopra descritta, “shakeri” un po’ il braccio.

Se la parte inferiore si muove e l’effetto non ti piace, allora questo è l’articolo che fa per te. Vedremo come rassodare le braccia molli attaccando il problema da 3 angolazioni differenti: dimagrimento, tonificazione, alimentazione.

Ma per sconfiggere il nemico bisogna conoscerlo. Vediamo un po’ più da vicino da cosa deriva.

Origine del problema:

L’effetto pelle cadente ha origine in primis dalla mancanza di tono muscolare.

Viene poi amplificato dal fatto che, nella zona che va tra l’ascella e il gomito, la pelle è molto sottile: risulta già di per sé carente di collagene e poco elastica.

A queste condizioni “strutturali”, si aggiungono poi quelle “anagrafiche”: con il passare dell’età, il tono muscolare diminuisce (e anche quello osseo); il grasso aumenta, ma soprattutto l’invecchiamento porta alla riduzione ulteriore di collagene e fibre elastiche, portando rughe e lassità della pelle.

Alla luce di ciò, come rassodare le braccia moli?

Come rassodare le braccia molli: dimagrimento

Avrei voluto unire questo punto e quello successivo sotto l’unico ombrello chiamato ricomposizione corporea. Perché effettivamente il dimagrimento e il recupero di tono muscolare sono due face della stessa medaglia.

Non l’ho fatto semplicemente per un motivo: mi sarebbe toccato scrivere un altro articolo dentro questo articolo! E tu sei qui perché vuoi semplicemente una soluzione pratica inerente a come rassodare le braccia molli, e non vuoi sentire lezioni di fisiologia.

Anche se non ti interessa avere un quadro completo, ascoltami bene, perché sul dimagrimento se ne sentono dire in giro tante. Ma la gente che ne parla spesso non sa neppure cosa sia il dimagrimento.

Se pensi che il dimagrimento sia la perdita di peso, allora ti consiglio vivamente di buttare un occhio al mio videocorso gratuito sui falsi misi del mondo delle palestre. Lo puoi trovare qui.

Il video corso ti spiega in maniera molto approfondita alcuni punti che ti sintetizzo qui:

  • Il dimagrimento non è la perdita di peso. Ha invece a che fare con il rapporto tra massa magra e massa grassa. Se ad esempio aumenti il tuo peso aumentando il tessuto magro, sei dimagrita (anche se il peso totale è maggiore). Analogamente, se diminuisci il peso ma perdi tessuto magro, sei ingrassata (anche se il peso indicato dalla bilancia è minore).
  • Non si dimagrisce con l’attività cardiovascolare ma con l’esercizio con i pesi. Ti ho spiegato perché nel punto precedente: se perdi peso ma perdi anche tessuto muscolare, non è un dimagrimento efficace. Il tessuto magro tiene alto il metabolismo. Se perdi tessuto magro, dopo qualche mese, avrai il cosiddetto effetto yo-yo.
  • Quello che conta realmente nel dimagrimento (o meglio, nella ricomposizione corporea) è il bilancio energetico: devi assumere meno calorie del fabbisogno quotidiano (cioè dalla quantità di calorie richieste dal corpo quotidianamente). Ma non troppe di meno. Altrimenti… indovina? Eh già, ancora una volta: perdi tono muscolare, abbassi il metabolismo e nel giro di qualche mese hai nuovamente l’effetto yo-yo.

Questi sono i punti che ti interessano relativamente al problema di come rassodare le braccia molli, ma il mio consiglio, oltre a quello di finire di leggere questo articolo, è quello di accedere al video corso e guardare tutte le lezioni.

Come rassodare le braccia molli: esercizi per il recupero di tono muscolare.

Non c’è bisogno che te lo dica. Per rassodare le braccia hai bisogno di fare esercizi in palestra.

Non puoi cavartela semplicemente sollevando delle bottigliette d’acqua.

Sebbene il tuo obiettivo sia quello di tonificare le braccia sarebbe un errore gire solo su quelle. Perché?

Abbiamo detto che per eliminare l’effetto pelle cadente dobbiamo ridurre la massa adiposa situata nelle braccia. Questo però non si può ottenere in maniera diretta. Non si può agire sulla componente adiposa in maniera localizzata.

Questo significa che abbiamo bisogno di un piano di allenamento generale, non limitato agli esercizi per le braccia. Gli esercizi devono avere un impatto sul forte metabolismo, perché questo è l’unico modo per bruciare grassi.

Se ti hanno fatto credere che per il dimagrimento è efficace la corsa lenta sul tapis roulant, lo hanno fatto solo per delle ragioni di comodo, oppure per imperizia.

È normale pensarlo. Il mondo delle palestre è piano di disinformazione e se non avessi fatto degli studi approfonditi lo penserei anche io.

In realtà gli esercizi che hanno un impatto maggiore sul metabolismo sono quelli che coinvolgono più distretti muscolari. Non te la caverai muovendo solo le braccia e sollevando pesi leggerissimi. Al contrario, ti servono esercizi “grossi”, detti fondamentali, che coinvolgono il maggior numero di gruppi muscolari possibili.

Ma c’è anche un altro motivo per il quale non puoi limitarti a un lavoro diretto sulle braccia. I muscoli sono come degli elastici che mantengono in equilibrio il corpo. Non puoi fare solo gli esercizi per le parti che ti interessano. Non ci possono essere muscoli che “tirano” più di altri. Devi mantenere un’armonia totale.

Ragion per cui in questo articolo ti indicherò un solo esercizio per le braccia: i piegamenti a terra. Ti consiglio di abbinarlo ad altri esercizi in maniera da andare a lavorare tutti i muscoli del corpo.

Piegamenti a terra (tutorial)

Come rassodare le braccia molli: alimentazione mirata

Per completare la bonificazione delle tue braccia abbiamo bisogno di lavorare un pochino anche fuori dalla palestra.

Come rassodare le braccia molli in cucina?

Semplice! Scegliendo alimenti ricchi di collagene per i tuoi pasti. Per esempio: tacchino, salmone, pomodori, peperoni rossi e patate sono i primi che mi vengono in mente.

Puoi benissimo fare una ricerca e guardare qualche blog di cucina: ti sapranno senz’altro dire meglio di me quali alimenti sono ricchi di collagene e come cucinare piatti prelibati.

Eventualmente, puoi anche valutare qualche integratore specifico.

Riepilogo

Come hai visto il problema delle ali da pipistrello è multifattoriale.

Sono tanti i fattori che incidono sul problema, pertanto sono molteplici i punti d’attacco per risolverlo.

Avrei potuto darti una lista di. esercizi, chiamandola “i 7 esercizi magici” come fanno tutti. Invece la faccenda è più complessa.

Non te la caverai soltanto con l’alimentazione, né soltanto perdendo grasso dalle braccia senza aumentare un po’ il tessuto muscolare.

Quello che ti consiglio io è di iscriverti in palestra (se non sei già iscritta) e lavorare con i pesi (lascia perdere il tapis roulant e i corsi di gruppo).

Lavora con carichi alti e serie corte sugli esercizi fondamentali (Squat, affondi, trazioni ecc.) più i piegamenti a terra che ti ho indicato poco sopra.

Devi puntare ad alzare il metabolismo. È Il metabolismo il solo responsabile del tuo stato di forma e del tuo livello di fitness. Di conseguenza sono intrinsecamente collegati all’efficienza del metabolismo tutti i miglioramenti estetici.

Per questa ragione ho sviluppato un programma specifico per alzare il metabolismo. Puoi acquistare Metabolismo 3x qui.

Leave a Reply