Cibo per la mente

Spesso si dice che i libri sono cibo per la mente.

Beh, permettimi di puntualizzare: non soltanto i libri.

Tutto è cibo per la mente.

Se non soddisfa il cerebro, non soddisfa. Punto.

Hai mai mangiato una brioche grigia?

Se soltanto provi ad immaginarla già ti passa la voglia, e questa cosa non è affatto strana.

L’antropologo Lévi-Strauss scrisse che il cibo è buono da mangiare, soltanto se è anche buono da pensare.

E pensare a una brioche grigia non ti fa nessuna gola.

Beh, io questa mattina ho riscoperto questo concetto mangiando appunto una brioche grigia al carbone vegetale.

Avevo bisogno di infrangere la barriera del filtro visivo e riportare il senso del gusto a quell’esperienza primaria, che originariamente è cognitiva prima che cinestesica.

E poi vabbè… l’ho mangiata un po’ anche perché le brioche normali erano finite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.